COLONIE ALIMENTATE ARTIFICIALMENTE HANNO MAGGIORI QUANTITÀ DI PATOGENI DI QUELLE CHE SI ALIMENTANO NATURALMENTE

bioapi_igenicoApidologie ha recentemente pubblicato un lavoro condotto da una equipe di ricercatori statunitensi dell’USDA (il Dipartimento dell’agricoltura degli Stati Uniti), tra i quali Gloria DeGrandi-Hoffman è la capofila, che dimostra come l’alimentazione proteica delle colonie prima della fioritura del mandorlo effettuata con il polline (nel caso specifico quello delle italianissime cime di rapa) migliora enormemente la loro performance rispetto ad una alimentazione proteica artificiale.

Contine reading

Biodinamica e nutrizione delle api

Rudolf Steiner consigliava di mescolare tisana di camomilla al nutrimento. Egli diceva che allo zucchero mancavano le forze dei fiori che sono necessarie alle api. Queste sarebbero contenute in forma particolarmente concentrata nella camomilla da cui può essere prodotto il miele. Queste forze possono essere conferite dalla tisana allo sciroppo. Consigliava inoltre di aggiungere un pizzico di sale al nutrimento per renderlo più digeribile alle api.  Contine reading