Autocostruirsi una sceratrice solare

Arriva il momento prima o dopo, anche per un piccolo apicultore, di considerare l’utilità di possedere uno strumento in grado di recuperare la cera dei telaini che si decide di buttare via o quella degli scarti della disopercolatura.

Questo strumento può essere la sceratrice solare, che con la sola esposizione al sole, è in grado di sciogliere e filtrare la cera in modo da essere recuperata.

I prezzi spesso proibitivi di tale attrezzo possono dissuadere la maggior parte degli apicultori dall’acquisto. E’ un vero peccato perché questo strumento permette con estrema semplicità e minimo dispendio di energia di riutilizzare un prodotto tanto utile in apicoltura. Contine reading

Telaino per ingabbiare la regina

L’associazione “IL FAVO” è stata tra le prime, oltre 15 anni fa, a sperimentare e utilizzare  l’acido ossalico e la tecnica del “blocco della covata” come trattamento antivarroa. Uno dei problemi principali, di questo tipo di trattamento, era trovare la modalità di  ingabbiare la regina senza che questo comportasse dei danni per l’alveare. In vendita ci sono vari tipi di gabbiette, ma tutte molto piccole, con il conseguente rischio che il diffondersi del feromone della regina sia drasticamente ridotto dovuto al minor contatto con le api operaie. Questo problema provoca la possibilità che le api, percependo il calo della diffusione del feromone, siano indotte a cambiare la regina vanificando così l’ingabbiamento della stessa.

Contine reading

Risultato della grande “battaglia” nei confronti dell’art. 64 del regolamento di polizia urbana dei comuni del cittadellese

Venerdì 8 Febbraio 2013, durante il consiglio comunale di Cittadella, è stato modificato il famoso art. 64 del regolamento, dopo ampia e combattuta discussione con i rappresentanti dell’associazione “IL FAVO”.

Ora il testo definitivo del comma 2 dell’art. 64 del regolamento di polizia urbana è il seguente:
“L’attività di apicoltura, regolata dalle leggi nazionali, regionali e provinciali, è vietata all’interno del centro storico ed è tuttavia consentita in tutto il resto del territorio comunale, frazioni comprese”

Detta modifica è in vigore dalla data di esecutività del provvedimento.

Possiamo sicuramente considerare questo risultato una vittoria vera e propria, ricompensa del grande sforzo e impegno portato avanti dall’associazione per fare giustizia nei confronti di quello che era un palese sopruso.

Possiamo essere dunque fieri del risultato raggiunto.


I comuni del cittadellese non gradiscono le api

In data 8 Agosto 2008 i comuni del distretto di polizia locale PD1A – (Cittadella, Galliera Veneta, San Martino di Lupari, San Giorgio in Bosco, Fontaniva, Gazzo Padovano, Grantorto, Carmignano di Brenta) hanno approvato un regolamento di polizia urbana in cui, all’art. 64 si  afferma che: ”nelle zone residenziali l’apicoltura non è consentita sulle aree situate all’interno del centro abitato”, impedendo così per qualcuno di svolgere l’attività di apicoltura.

Contine reading

ApiDiario: applicazione apistica per Android

Questa è l’applicazione per tutti gli apicoltori che hanno la necessità di seguire i propri alveari conservandone lo storico al fine di ottenere una selezione delle famiglie migliori.

L’applicazione permette di generare un QRCode da attaccare sull’alveare in modo da identificarlo in modo univoco e di inserire tutti i dati di proprio interesse a partire dalla regina.

E’ possibile leggere tutta la storia della famiglia, inserire nuovi dati o cancellare famiglie dall’archivio, nonché effettuare ricerche di famiglie sulla base dei parametri inseriti come la posizione dell’alveare, ecc. Contine reading