Cosa succede se si estinguono i bombi

Immagine

di CHIARA BORACCHI

Non solo le api rischiano grosso. Secondo notizie che giungono dagli Stati Uniti, anche i bombi, insetti imenotteri della stessa famiglia delle più note produttrici di miele, starebbero morendo a migliaia causando gravi danni alle coltivazioni.

Per questo, un gruppo di ambientalisti della Xerces Society, un’organizzazione dell’Oregon che si occupa della salvaguardia degli invertebrati, ha intentato una causa contro il Dipartimento per la Pesca e la Conservazione della natura statunitense, chiedendo di inserire questi insetti nella lista delle specie in via d’estinzione. Contine reading

Brindisi: sequestrati 8.000 kg di miele

20140506_sequestro_mile_brindisiIl 2 maggio, grazie ad un intervento della Guardia di Finanza con la collaborazione con l’Ufficio delle Dogane del porto di Brindisi, è stato sequestrato un carico di miele contraffatto.

Il miele era stivato su un camion bulgaro appena sbarcato da una nave proveniente dalla Grecia. Dal controllo della documentazione commerciale affiancata alla merce, i militari hanno accertato l’origine bulgara del miele, mentre i contenitori del prodotto riportavano i loghi di una nota industria dolciaria italiana e non riportavano le indicazioni precise e obbligatorie sull’origine del miele sufficienti ad evitare qualsiasi fraintendimento del consumatore sull’effettiva provenienza del prodotto. L’intero carico, confezionato in 800 recipienti per un totale di 8 tonnellate di miele e’ stato subito sequestrato e sarà presto analizzato. Contine reading

IL PARLAMENTO EUROPEO APPROVA IL ”MIELE OGM” CONTENENTE POLLINE GENETICAMENTE MODIFICATO ! BOICOTTIAMOLO!

ar_image_2875_lSTRASBURGO – Il polline geneticamente modificato deve essere etichettato solo se la sua presenza e’ superiore allo 0,9% del miele in cui si trova, in quanto e’ da considerare una sua componente naturale e non un ingrediente.

Lo ha deciso l’Assemblea europea con un voto definitivo sulla base di un progetto di regolamento gia’ informalmente concordato con la Commissione e il Consiglio dei ministri Ue.

Di fatto – precisa il Parlamento – si continua ad applicare l’attuale legislazione Ue in materia di etichettatura. La decisione e’ stata controversa in quanto approvata con 283 voti a favore, 248 contrari e 45 astensioni. Contine reading

Morie d’api su mais. ANCORA!!!!!!!

20140408_moriaSegnalazioni di  gravissimi spopolamenti e morie d’api dal Piemonte, nelle zone del saluzzese saviglianese, fino alla pianura del Friuli Venezia Giulia, in perfetta coincidenza con le semine di mais.

Nel volgere di pochi giorni, esattamente quelli in cui i maiscoltori procedevano alla semina, interi apiari risultano completamente spopolati!

Quest’anno infatti, dopo alcuni anni di divieto assoluto, il Ministero della Salute ha irresponsabilmente autorizzato per la concia del mais il preparato Sonido della Bayer a base del neonicotinoide Thiacloprid e… puntuali sono ricomparsi i fenomeni di spopolamento. Contine reading

Spesometro anche per gli agricoltori in regime di esonero

agenzia-entrateRicordiamo che il 21 aprile prossimo scade il termine ultimo per l’invio all’Agenzia delle Entrate dell’elenco delle operazioni effettuate nel corso del 2013 rilevanti ai fini IVA, lo “Spesometro” .

L’obbligo interessa tutti gli agricoltori titolari di partita IVA, anche coloro che sono  in regime di esonero (fatturato inferiore ai 7000 euro, senza tenuta di contabilità  IVA) Contine reading

Meno api, meno cibo

Mancano all’appello, nella sola Europa, sette miliardi di api: a rischio l’impollinazione delle colture e la produzione agricola

di Stefano Lamorgese

In più della metà dei paesi europei non ci sono abbastanza api per impollinare i raccolti, secondo una nuova ricerca dell’Università di Reading, nel Regno Unito.

Gli scienziati ritengono che il boom dei biocarburanti abbia scatenato una cospicua crescita del numero complessivo di piante da impollinare e reso conseguentemente troppo esiguo il numero di api rispetto al “lavoro” che viene loro richiesto.

Come capire quando sostituire un telaino

E’ fondamentale ogni anno effettuare un rinnovamento dei telaini più vecchi all’interno delle nostre arnie, sostituendoli con nuovi telaini con fogli cerei. Sulla spiegazione dell’importanza di tale operazione vi rimando a questo articolo: il rinnovo dei favi da nido. Ma come decidere se un telaino è da buttare o no? Una tecnica molto semplice consiste nel posizionare il telaino in direzione del sole, se la luce passa attraverso buona parte delle cellette significa che il telaino in questione si può ancora utilizzare, se invece succede il contrario è meglio toglierlo dall’arnia e rimpiazzarlo.

DSCN6456DSCN6455

Come sapere se il miele è puro o adulterato?

Come sapere se il miele è puro o adulterato?

 Sono ben noti gli effetti positivi che il miele ha sulla salute delle persone, grazie al suo alto contenuto di minerali, vitamine e oligoelementi. Tuttavia, purtroppo, sul mercato si trova anche miele adulterato. Si tratta spesso di miscele di miele e soluzioni di glucosio o miele di scarsa qualità, ad alto contenuto di acqua, perché ottenuto da celle prive di opercoli (cioè che non sono sigillate da uno strato di cera). Come sapere, quindi, se il miele è puro o adulterato?

Fortunatamente, ci sono alcuni semplici trucchi da fare in casa per verificare se il miele che avete comprato è puro e di buona qualità oppure, al contrario, è adulterato o contiene molta acqua.

Contine reading