Risultato della grande “battaglia” nei confronti dell’art. 64 del regolamento di polizia urbana dei comuni del cittadellese

Venerdì 8 Febbraio 2013, durante il consiglio comunale di Cittadella, è stato modificato il famoso art. 64 del regolamento, dopo ampia e combattuta discussione con i rappresentanti dell’associazione “IL FAVO”.

Ora il testo definitivo del comma 2 dell’art. 64 del regolamento di polizia urbana è il seguente:
“L’attività di apicoltura, regolata dalle leggi nazionali, regionali e provinciali, è vietata all’interno del centro storico ed è tuttavia consentita in tutto il resto del territorio comunale, frazioni comprese”

Detta modifica è in vigore dalla data di esecutività del provvedimento.

Possiamo sicuramente considerare questo risultato una vittoria vera e propria, ricompensa del grande sforzo e impegno portato avanti dall’associazione per fare giustizia nei confronti di quello che era un palese sopruso.

Possiamo essere dunque fieri del risultato raggiunto.


I comuni del cittadellese non gradiscono le api

In data 8 Agosto 2008 i comuni del distretto di polizia locale PD1A – (Cittadella, Galliera Veneta, San Martino di Lupari, San Giorgio in Bosco, Fontaniva, Gazzo Padovano, Grantorto, Carmignano di Brenta) hanno approvato un regolamento di polizia urbana in cui, all’art. 64 si  afferma che: ”nelle zone residenziali l’apicoltura non è consentita sulle aree situate all’interno del centro abitato”, impedendo così per qualcuno di svolgere l’attività di apicoltura.

Contine reading

ApiDiario: applicazione apistica per Android

Questa è l’applicazione per tutti gli apicoltori che hanno la necessità di seguire i propri alveari conservandone lo storico al fine di ottenere una selezione delle famiglie migliori.

L’applicazione permette di generare un QRCode da attaccare sull’alveare in modo da identificarlo in modo univoco e di inserire tutti i dati di proprio interesse a partire dalla regina.

E’ possibile leggere tutta la storia della famiglia, inserire nuovi dati o cancellare famiglie dall’archivio, nonché effettuare ricerche di famiglie sulla base dei parametri inseriti come la posizione dell’alveare, ecc. Contine reading

Piante nettarifere

Ogni anno la possibilità delle api di raccogliere nettare durante tutto il periodo primaverile e estivo si riduce, con la conseguente diminuzione della capacità delle famiglie di creare scorte di cibo.

La monocultura dilagante e lo sfruttamento esasperato dei terreni, anche dal punto di vista dello spazio, ha ridotto al minimo la presenza di fonti nettarifere distribuite nel tempo per le api.

E’ una consuetudine ormai trovare, già a fine agosto, famiglie d’api prive di provviste, di conseguenza debilitate, e costrette così a ricorrere al saccheggio di altre arnie per recuperare un po’ di cibo. Contine reading

VIDEO TRATTAMENTO ANTI VARROA CON ACIDO OSSALICO SUBLIMATO

Invito tutti gli apicultori a visionare il video che propongo di seguito. Si tratta di una video guida sulle modalità di esecuzione del trattamento antivarroa con acido ossalico sublimato. L’importanza di effettuare tutti i passaggi in maniera corretta è fondamentale per assicurare la massima efficacia del trattamento e preservare la salute delle famiglie d’api. Buona visione.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=W1pTSsg4164&feature[/youtube]

 

Cimitero d’api

Vorrei comunicare ad altri apicoltori la  brutta esperienza subìta di recente.

Il giorno 23 Maggio 2011, notai una importante moria di api  presso il mio apiario in zona Noventa Padovana, adiacente alla mia abitazione
L’apiario era composta da n. 10 alveari, di cui 7 molto ben sviluppati.
Faccio notare che – essendo l’apiario vicino alla mia abitazione – viene quotidianamente da me  monitorato.

Ritornando al fatto, ho notato molte api agonizzanti, che ruotavano su se’ stesse e morivano con la ligula fuori.

Contine reading