Apiterapia

apiterapia-curarsi-con-le-api_N1La riscoperta dei rimedi naturali nella cura di malesseri e patologie sembra davvero inarrestabile. Non passa quasi giorno senza che si senta parlare di una qualche nuova medicina alternativa. L’ultima novità, in Italia, è l’apiterapia, ovvero una forma di trattamento terapeutico di alcune patologie con i prodotti raccolti, elaborati e secreti dalle api: miele, polline, propoli, pappa reale. E veleno. In effetti la vera e propria novità consiste proprio nell’utilizzo terapeutico del veleno d’ape. Le sue proprietà curative risalgono a più di duemila anni fa, e le sue applicazioni vanno dalla cura delle malattie reumatiche a quella delle artriti. Nota è anche la sua efficacia anti infiammatoria e il suo utilizzo come terapia istaminica. Tra le numerose indicazioni al trattamento con veleno d’ape troviamo anche tendiniti, lombalgia e persino la sclerosi multipla.
Contine reading

Metodo ingegnoso per nutrire le api

nutritore alternativoUna recente ricerca ha evidenziato il legame tra la pratica di nutrire le api con lo sciroppo di mais (utilizzato dagli apicultori statunitensi), ad alto contenuto di fruttosio, e il collasso delle colonie di api, che ancora oggi si sta verificando in tutto il mondo. Questo alimento, pur non essendo tossico per questi insetti, non contiene infatti quel complesso di sostanze, presenti invece nel miele, che le aiuta a espellere le tossine degli antiparassitari con cui vengono a contatto e rafforza il loro sistema immunitario. Nel nostro Paese la nutrizione artificiale delle api viene prevalentemente condotta con sciroppo zuccherino, e candito. Sono alimenti indispensabili per soccorrere una colonia debole e quando vi è penuria di fioriture, ma anche non completi dal punto di vista biologico. Al pari dello sciroppo di mais, tali alimenti, quindi, alla lunga determinano carenze nutrizionali che si ripercuotono sullo stato di salute della colonia. Contine reading

Nutrire le api durante il blocco della covata

Il trattamento tampone estivo antivarroa con blocco della covata e acido ossalico gocciolato è anche quest’anno il trattamento, autorizzato, che garantisce la maggior efficacia. Se infatti vengono utilizzate delle gabbie per regine di grandi dimensioni non crea alcun problema di accettazione della regina, e consente un abbattimento della varroa che si avvicina al 90%.

Contine reading

Evodia Danielli e Hovenia Dulcis in fiore

Ogni anno la possibilità delle api di raccogliere nettare durante tutto il periodo primaverile e estivo si riduce, con la conseguente diminuzione della capacità delle famiglie di creare scorte di cibo.

La monocultura dilagante e lo sfruttamento esasperato dei terreni, anche dal punto di vista dello spazio, ha ridotto al minimo la presenza di fonti nettarifere distribuite nel tempo per le api.

Contine reading

PARTE NATURALMIELE 2013

da non perdere sabato 8, 15, 22 e 29 Giugno!!!

Saranno proposti diversi percorsi di degustazione e di conoscenza ai prodotti tipici di prestigio, sottolineandone e spiegandone le eccellenze di carattere culturale ed enogastronomico.

Un modo divertente per conoscere la varietà e la bontà dei prodotti del territorio, attraverso un percorso di gusto e sapere.

(www.informamiele.it)