FEBBRAIO

Febbraio

FATTORI AMBIENTALI:

  • CLIMA, considerando sempre le variabilità locali e annuali, generalmente in questo mese c’è un graduale innalzamento delle temperature e di crescita vegetativa delle piante e anche per questo di ripresa d’attività in apiario.
  • FIORITURE, permangono quelle del mese precedente, a scalare, a cui si aggiungono i primi Agrumi precoci, l’Alloro, le prime Querce, i primi Pioppi, la Veronica e il Viburno.

 

FATTORI PECULIARI APIARIO:

  • DISPONIBILITÁ DI ACQUA, questo è forse il periodo migliore per abituare le api a utilizzare gli abbeveratoi che gli mettiamo a disposizione altrimenti nei periodi critici, in assenza di fonti naturali vicine, saranno costrette a viaggi lunghi. Le api prediligono acqua ferma, con un leggero tenore in sali e che possano suggere senza pericolo d’affogamento! (ad es. MATERIALI ASSORBENTI POROSI)

 

LAVORI IN APIARIO:

  • RICERCA DI ORFANITÁ, attraverso l’osservazione attenta del predellino di volo, la lettura della cassettino estraibile e se la temperatura lo consente la rapida ispezione del nido sui telaini con api per cercare covata fresca.
  • TRATTAMENTO ANTI VARROA, se per qualche causa di forza maggiore non sono stati completati gli interventi a cavallo tra fine Novembre e inizio Dicembre allora bisogna fare un trattamento con API BIOXAL sublimato. In ogni caso, tenere d’occhio attentamente queste ultime famiglie trattate durante la stagione.
  • ELIMINARE DALL’APIARIO LE ARNIE VUOTE DI FAMIGLIE MORTE, cercando di individuare il perché.
  • CONTINUARE CON L’ALIMENTAZIONE, per assecondare le famiglie nel loro sviluppo, in questo mese il consumo delle famiglie aumenta rispetto al mese di Gennaio: passando a 2,5 – 3 kg di miele per le famiglie in arnie di legno, mentre per i nuclei o famiglie in arnie di polistirolo rimane stabile a 1,4 kg al mese.
  • CERCHIAMO ANCORA DI TENERLE SU SPAZI RISTRETTI, soprattutto in Italia Centro – Settentrionale, per quanto possa sembrare impietoso.
  • PREPARARE IL MATERIALE APISTICO, iniziare fin da subito a preparare il materiale a magazzino per la nuova stagione alle porte.

FONTE ARTICOLO E FOTO: CLICCA QUI