L’Ape Maia torna in un film

maya-willi-happy1-620x350A settembre sul grande schermo torna una delle icone sicuramente più conosciute e ricordate degli anni Ottanta, ovvero l’Ape Maia. Chi è stato bambino negli anni Ottanta non può non ricordare gli infiniti episodi di questo cartone, dove la protagonista era una piccola ape, Maia appunto, che si ribella e decide di vivere fuori dall’alveare. Non è sola, infatti nelle sue avventure l’accompagnerà (quando non dorme, cioè sempre) l’amico cicciottello Billy, mentre nel prato scelto come casa Maia troverà molti amici, tra cui la cavalletta Flip, il topo Alessandro, l’indisponente ragno Tecla – come scordare le stecche della sua canzone al violino? – e le operose formiche soldato.

In questo idilliaco mondo Maia scoprirà però che a volte bisogna fare i conti anche con i problemi, come quando arrivano i calabroni, o le vespe, oppure l’uomo con il suo senso di superiorità sulla natura. Ma con il suo ottimismo e i suoi amici ogni difficoltà veniva superata al meglio. Il film parte dalla storia di Maia nell’alveare, dove come nel cartone animato si scopre subito diversa rispetto alle altre api. Accanto a lei c’è ancora il cicciotto Billy, impacciato ma sempre presente, mentre toccherà a Maia scoprire i piani della nemica, la consigliera dell’Ape Regina, che ha intenzione di impossessarsi della pappa reale conservata nell’alveare. Maia naturalmente non può stare con le mani in mano e decide di intervenire, cercando alleati.

Ad aiutarla a smascherare la ladra, tra l’altro perfida, l’aiuteranno gli insetti tra cui anche le temute nemiche vespe, con le quali spesso si scontrano le api, ma che in questo contesto riescono a fare fronte comune contro il nemico. La guerra con le vespe, temutissime, era anche uno dei temi affrontati nel cartone animato.

Un film d’animazione prodotto in Australia che riporta nelle sale cinematografiche dal prossimo 18 settembre un classico e un personaggio amato da grandi e piccini.

FONTE ARTICOLO E FOTO: CLICCA QUI